Cos’è la Medicina Erboristica?

in cosa consiste la medicina a base di erbe

Di cosa tratta la medicina erboristica?
La medicina a base di erbe, chiamata anche medicina botanica o fitomedicina, si riferisce all’ uso di semi di una pianta, bacche, radici, foglie, corteccia, o fiori per scopi medicinali. L’ erborismo ha una lunga tradizione di uso al di fuori della medicina convenzionale. Essa sta diventando sempre più diffusa in quanto i miglioramenti nell’ analisi e nel controllo della qualità, insieme ai progressi nella ricerca clinica, dimostrano il valore della medicina erboristica nel trattamento e nella prevenzione delle malattie.

Qual è la storia della medicina erboristica?
Le piante sono state utilizzate a fini medicinali in tempi molto antichi. Su papiri cinesi ed egiziani ci sono scritti che descrivono gli usi medicinali per le piante già nel 3.000 aC. Le culture indigene (come quelle africane e indigene americane) hanno usato le erbe nei loro rituali di guarigione, mentre altre hanno sviluppato sistemi medici tradizionali (come Ayurveda e Medicina Tradizionale Cinese) in cui sono state utilizzate terapie erboristiche. I ricercatori hanno scoperto che le persone in diverse parti del mondo tendevano a utilizzare le stesse piante o piante simili per gli stessi scopi.

All’ inizio del XIX secolo, quando l’ analisi chimica divenne disponibile, gli scienziati iniziarono ad estrarre e modificare i principi attivi dalle piante. Più tardi, i chimici cominciarono a produrre la propria versione dei composti vegetali e, col tempo, l’ uso di farmaci vegetali diminuì a favore dei farmaci. Quasi un quarto dei farmaci sono derivati da piante.

Recentemente, l’ Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che l’ 80 per cento delle persone in tutto il mondo si affida a farmaci vegetali per una parte delle cure sanitarie di base. In Germania sono disponibili circa 600-700 medicinali a base di piante e sono prescritti da circa il 70% dei medici tedeschi. Negli ultimi 20 anni negli Stati Uniti, l’ insoddisfazione del pubblico per il costo dei farmaci da prescrizione, combinato con l’ interesse per il ritorno a rimedi naturali o organici, ha portato ad un aumento dell’ uso della medicina erboristica.

Come funzionano le erbe medicinali?
In molti casi, gli scienziati non sono sicuri di quale ingrediente specifico in una particolare erba funziona per trattare una condizione o malattia. Le erbe aromatiche intere contengono molti ingredienti, e possono lavorare insieme per produrre un effetto benefico. Molti fattori determinano l’ efficacia di un’ erba. Ad esempio, il tipo di ambiente (clima, insetti e qualità del suolo) in cui una pianta è cresciuta influirà su di essa, come e quando è stata raccolta e lavorata.

 

Potresti essere interessato a:
Gli oli essenziali a cosa servono?

 

Come vengono utilizzate le erbe medicinali?
L’ uso di integratori vegetali è aumentato drasticamente negli ultimi 30 anni.  Ciò significa che gli integratori vegetali, a differenza dei farmaci da prescrizione, possono essere venduti senza essere testati per dimostrare che sono sicuri ed efficaci. Tuttavia, gli integratori vegetali devono essere realizzati secondo le buone pratiche di fabbricazione.

Gli integratori vegetali più comunemente utilizzati  includono:

Echinacea (Echinacea purpurea e specie affini)
Erba di San Giovanni (Iperico perforato)
Ginkgo (Ginkgo biloba)
Aglio (Allium sativum)
Palmo sega (Proteine Serenoa)
Ginseng (Panax ginseng o asiatico ginseng)
Goldenseal (Idrosite canadensis)
Valeriana (Valeriana officinalis)
Camomilla (Matricaria recutita)
Fefew (Tanacetum partenio)
Zenzero (Zingiber officinale)
Primula da sera (Biennis Enothera)
Cardo  (Silybum marianum)
Spesso si usano le erbe insieme perché la combinazione è più efficace. Gli operatori sanitari devono tenere conto di molti fattori nel raccomandare le erbe, comprese le specie e la varietà della pianta, l’ habitat della pianta, il modo in cui è stata immagazzinata e lavorata e se vi sono o meno contaminanti (compresi metalli pesanti e pesticidi).Negli oli essenziali è racchiusa poi la vita della pianta stessa, scopri ad esempio i benefici della lavanda o i vantaggi dell’olio di citronella.

A cosa serve la medicina erboristica?
La medicina a base di erbe è usata per trattare molte condizioni, come allergie, asma, eczema, sindrome premestruale, artrite reumatoide, fibromialgia, emicrania, sintomi della menopausa, affaticamento cronico, sindrome dell’ intestino irritabile e cancro.  Poiché i farmaci a base di erbe possono potenzialmente interagire con i farmaci soggetti a prescrizione medica e peggiorare determinate condizioni mediche, consultare il medico o il farmacista prima di assumere qualsiasi erba.

Ginkgo (Ginkgo biloba) è stato usato nella medicina tradizionale per curare i disturbi circolatori e migliorare la memoria. Anche se non tutti gli studi sono d’ accordo, il ginkgo può essere particolarmente efficace nel trattamento della demenza (compresa la malattia di Alzheimer) e della circolazione. Studi di laboratorio hanno dimostrato che il ginkgo migliora la circolazione del sangue dilatando i vasi sanguigni e riducendo la densità delle piastrine del sangue.

 

You might also like

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi