Olio di Avocado: proprietà, a cosa serve, come si usa, dove comprarlo

olio avocado cosa serve uso proprietà

Fin dal  tempo degli  Aztechi, l’ Avocado era noto come “burro vegetale” e “burro di pera” a causa del suo elevato contenuto di olio.

L’olio di Avocado è ideale per l’ utilizzo nella produzione di saponi per la sua emollienza così come le sue proprietà di detersione  e cura del corpo.

E’ comunemente usato nei cosmetici, grazie al suo tasso di penetrazione e assorbimento veloce, il suo alto contenuto vitaminico e il suo aroma sottile che può essere facilmente mascherato.

Utilizzato negli idratanti, l’ Olio di Avocado è meno grasso di altri oli essenziali e le sue proprietà emulsionanti producono miscele più fini.

 

  

STORIA DELL’ OLIO DI AVOCADO

 

I frutti della Persea americana botanica (nome originale: Persea gratissima),meglio noto come albero di Avocado, sono stati coltivati già nel 5000 a.C. in Messico, Centro e Sud America. In Messico, dove è stata fondata la cultura azteca, gli Aztechi chiamavano l’ avocado “ahuacatl”, che significa “testicolo”, a causa della sua forma fallica legata alla convinzione che il frutto avesse la proprietà di stimolante sessuale così in quanto veniva usato non solo come cibo ma anche come “frutto della fertilità”. Gli Aztechi, Incas e Maya utilizzavano  la polpa di frutta direttamente sulla pelle per l’ uso in applicazioni cosmetiche come la creazione di maschere facciali. I Maya del Guatemala hanno usato Avocados per alleviare la diarrea, prevenire i vermi intestinali e i parassiti, e promuovere la crescita dei capelli sani.

Per i suoi innumerevoli benefici, l’ Avocado era considerato un frutto prezioso. In alcune regioni del Messico, l’ iconografia ritrae il frutto secondo le narrazioni della mitologia messicana, che raffigura l’ Avocado come un frutto che dona immenso vigore. In altre regioni del Messico si possono trovare manufatti realizzati con parti di Avocados risalenti a 12.000 anni fa.

A causa del valore che queste culture pre-ispaniche ponevano sull’ Avocado, i conquistatori europei all’ epoca dello scambio colombiano introdussero il frutto del “Nuovo Mondo”, dove continuò ad essere molto apprezzato per i suoi vari benefici. Tra il 1830 e il 1880, gli alberi di avocado del Messico furono introdotti nelle Hawaii, in Florida e California. Nel 20 ° secolo, gli Stati Uniti cominciarono a introdurre varietà di frutti Avocado che erano adatti per l’ agricoltura commerciale, di cui la California divenne il principale fornitore di frutta. In Francia, l’olio diAvocado  ha la stessa valenza del farmaco prescritto dal medico , grazie alla sua capacità di curare l’ artrite.

Dato l’ alto contenuto di olio presente nel frutto, l’ Avocado è stato anche conosciuto come “burro vegetale” o “burro di pera” fin dai tempi degli Aztechi. Il nome “Avocado” è stato confermato dalla Società Pomologica Americana e dal Dipartimento dell’ Agricoltura degli Stati Uniti, che ha deciso che era più commerciabile rispetto al suo nome precedente,”Alligator Pear.

Nonostante le vendite di frutta fresca dell’ Avocado fossero il perno della sua industria negli Stati Uniti, i coltivatori avevano bisogno di trovare un modo per utilizzare i frutti che non potevano essere immessi  sul mercato a causa di ammaccature o imperfezioni, che hanno portato all’ estrazione di olio dall’ Avocado.

  

 

vantaggi olio avocado
vantaggi olio avocado

VANTAGGI DERIVANTI DALL’ USO DELL’ OLIO DI AVOCADO

 

I principali costituenti chimici dell’ olio  di avocado sono: acido palmitico, acido palmitoleico, acido stearico, acido oleico, acido linoleico, acido alfa-linolenico, acido arachico e acido gadoleico.

 

Essendo l’acido grasso saturo più comune, l’ ACIDO PALMITICO è noto per le sue proprietà emollienti, per la sua capacità di  ammorbidire i capelli senza lasciare residui untuosi o appiccicosi.

  L’ ACIDO PALMITOLEICO è noto per la sua capacità di ritardare i segni dell’ invecchiamento precoce come le rughe, idratare e astringere la pelle, aumentare la luminosità dell’ incarnato,

favorire la crescita dei capelli brillanti e stimolare la crescita delle unghie dall’ aspetto più sano.

Oltre ad ammorbidire la pelle, l’ ACIDO STEARICO è noto per le sue proprietà detergenti che eliminano lo sporco, il sudore e il sebo in eccesso dai capelli e dalla pelle. Emulsionante ideale, consente il mantenimento dell’ efficacia del prodotto anche dopo lunghi periodi di conservazione.

Contribuisce, inoltre, a  proteggere i capelli dai danni senza diminuirne la lucentezza o  appesantirli.

Con le sue proprietà antiossidanti l’ ACIDO OLEICO (OMEGA 9) è noto per mantenere la morbidezza, l’ elasticità e la luminosità della pelle e dei capelli, ridurre i segni dell’ invecchiamento, come le rughe premature e le linee sottil.

 Elimina la forfora e quindi  stimola la crescita di capelli più spessi, più lunghi e più forti,

   contribuisce all’ aumento delle difese immunitarie e aiuta a

       prevenire dolori e infiammazioni articolari.

 

Efficace emulsionante nella preparazione di saponi e oli ad essiccazione rapida l’ ACIDO LINOLEICO (OMEGA 6) è noto per essere un efficace idratante della pelle e dei capelli,

agevolare la guarigione delle ferite, combattere l’acne riducendo anche la probabilità di futuri focolai, essere un efficace antinfiammatorio.

L’ ACIDO ALFA-LINOLENICO (OMEGA-3) è noto per essere efficace per lenire infiammazioni, dolori articolari e muscolari e nel favorire la cicatrizzazione delle ferite.

Efficace come antidepressivo, l’ ACIDO ARACHICO aiuta ad aumentere le difese immunitarie, a lenire i dolori e il disagio associati all’ artrite, a ridurre il peso corporeo in eccesso.

 

  Noto per le sue proprietà emollienti, l’ ACIDO GADOLEICO è una sostanza facilmente assorbibile dalla pelle, libera i pori e riequilibra la secrezione di sebo, rendendo la pelle meno unta, più morbida e fresca.

 

Proprietà dell’olio di avocado:

Proprietà Cosmetiche: Antinvecchiamento, Antiossidante, Emolliente, Disintossicante, Rigenerante, Astringente.

 

Proprietà Farmacologiche: Antinfiammatorio, Analgesico, Disintossicante, Antiartritico, Diuretico, Rigenerativo, Astringente, Carminativo, Antiparassitario, Lassativo.

 

  Ricco di vitamine, l’ olio di Avocado è un vero e proprio trattamento rigenerante e reidratante per la pelle, la lenisce e ne migliora la texture.  Con le sue proprietà astringenti, attenua le imperfezioni come rughe, cicatrici e  macchie d’ età. Può essere utilizzato su pelli secche, ruvide, rugose, invecchiate, sensibili o irritate come quelle affette da psoriasi. Quando viene usato nei massaggi, è in grado di trattare naturalmente l’ insonnia, le infiammazioni,  la rigidità muscolare, i dolori articolari, e la tensione nervosa, stimolando la circolazione.

Utilizzato sui capelli, l’ olio di Avocado li rende più morbidi e lisci nutrendoli, idratandoli e rinforzandoli. Stimolando la circolazione nei follicoli piliferi, promuove una  ricrescita più sana e previene future  perdite di capelli. L’ olio di avocado protegge i capelli anche dai danni causati dai fattori ambientali come smog e inquinamento e aiuta a liberare i follicoli piliferi intasati.

Dal punto di vista farmacologico,l’olio di Avocado presenta proprietà antibatteriche. Equilibra il metabolismo e tratta le infiammazioni derivanti dall’ artrite. Le sue proprietà idratanti,rigeneranti e curative sono ideali per l’ applicazione su pelle affetta da eruzioni cutanee, eczemi, secchezza e segni dell’ invecchiamento, poiché ripara la pelle migliorandone  l’ elasticità. Il contenuto di vitamina E dell’ Olio di Avocado è utile per ridurre gli effetti nocivi della radiazione UV e qualsiasi arrossamento o altro danno che essa può causare.

Nella medicina ayurvedica, l’ olio di avocado è usato per ridurre il colesterolo cattivo, alleviare i disturbi legati alla stitichezza cronica, curare l’ alopecia, stimolare la libido, regolare i livelli di insulina, migliorare la forza e la resistenza fisica, lenire i dolori articolari, combattere l’ insonnia, tonificare la pelle, eliminare i danni alla pelle causati dai radicali liberi.

   

 

coltivazione avocado
coltivazione avocado

COLTIVAZIONE E RACCOLTA DI OLIO DI AVOCADO DI QUALITÀ

 

Gli alberi di avocado prosperano in regioni con climi temperati e subtropicali privi di gelate. Queste condizioni hanno permesso la propagazione della sua coltivazione nei paesi subtropicali di tutti i continenti. I venti forti influiscono negativamente sulla crescita degli alberi di Avocado, in quanto  provocano una diminuzione dell’ umidità; ciò causa una disidratazione dei fiori per cui si ha un impatto negativo sulla loro impollinazione. Quando la maggior parte delle varietà di Avocado subiscono gli effetti di gelate anche lievi, ciò può provocare la caduta prematura del frutto, anche se alcune varietà sono più resistenti al freddo e possono sopportare temperature fino a -6,5 °C, con lievi danni solo alle foglie. Gli alberi hanno bisogno di suoli porosi e aerati, cioè terreni sciolti ma anche adeguatamente ventilati e idratati con un adeguato apporto di ossigeno e acqua alle radici per una corretta crescita. Irrorare  gli alberi con un’ acqua altamente salina o privarli di un’ acqua adeguata ridurrà la resa frutticola. Richiedono anche suoli ben drenati, in quanto sensibili al ristagno dell’ acqua. Il pH ideale del terreno è compreso tra 5.0 e 7.0.

 

Alcune specie di albero di Avocado sono biennali, il che significa che sono in grado di produrre frutti solo ogni due anni. A titolo esemplificativo, a un anno con rese abbondanti ne segue quello successivo caratterizzato da rese scarse. Questo è dovuto solitamente a fattori ambientali come le temperature fredde. Molte specie di Avocado hanno anche diverse fasi di fioritura. Questi fattori a volte portano allo sviluppo di Avocados senza semi. A causa delle dimensioni molto ridotte,questi frutti vengono spesso scartati.

Anche se l’ Avocado è in grado di autoimpollinarsi, questa possibilità accade di rado a causa degli stami (parte maschile del fiore) e dei pistilli (parte femminile del fiore) che si sviluppano in tempi diversi e anche per via della sua fioritura dicogama. Questo significa che ha entrambi gli organi riproduttivi maschili e femminili, funzionanti come femmina il primo giorno e come maschio per il secondo giorno. Il fiore si apre e chiude due volte in due giorni. Ogni fase, maschile e femminile, dura solo mezza giornata. Su un singolo albero, tutti i fiori saranno tutti funzionalmente maschili o femminili, garantendo un sincronismo tra i fiori.

Nel primo tipo, i fiori fioriscono come femmina la mattina del primo giorno. Nel primo pomeriggio si chiudono. Il pomeriggio successivo si aprono come maschi.

Nel secondo tipo, i fiori fioriscono come una femmina nel pomeriggio del primo giorno. Nel tardo pomeriggio si chiudono. La mattina seguente si aprono come maschi.

Gli alberi di avocado possono essere propagati attraverso piantine che vengono coltivate in un vivaio per circa 6 mesi prima di essere trapiantate nel campo di coltivazione principale.  Le piantine possono richiedere un tempo che arriva  fino a 10 anni prima di  produrre frutti, per cui le varietà di alberi di Avocado di qualità pregiata vengono propagate mediante innesto su portainnesti di piantine coltivate da semi o da margotta. L’ innesto mantiene la qualità e la quantità di frutta desiderata. Gli avocadi possono anche essere moltiplicati per seme, che per fruttificare richiede da 4 a 6 anni. La moltiplicazione delle sementi non è un metodo usuale poiché la qualità dei frutti dell’ avocado non è probabilmente identica a quella dei frutti della pianta madre.

Dopo la formazione sull’ albero, i frutti dell’ Avocado maturano per un periodo di 10 mesi, durante i quali aumentano le dimensioni e il contenuto di olio. Anche dopo che i frutti hanno raggiunto la piena maturità sugli alberi, non maturano se rimangono sugli alberi e maturano solo dopo essere caduti a terra o raccolti. Se non vengono raccolti, possono rimanere sull’ albero per più di 18 mesi dal momento in cui iniziano a fiorire e anche quando i frutti dell’ anno successivo cominciano a svilupparsi. Il grado di compattezza di un Avocado e talvolta il suo colore ne determinerà la maturazione; un Avocado maturo avrà mesocarpo (in gergo chiamato polpa) morbido  e, in alcune varietà, la buccia passerà da un colore verde ad un nero/porpora intenso.

Gli avocadi maturi al momento della raccolta avranno il quantitativo massimo di olio necessario per la trasformazione. Negli avocadi acerbi, come quelli che sono caduti dagli alberi in condizioni climatiche avverse, il contenuto di olio non sarà soddisfacente, ma il frutto sarà comunque maturo. Il livello di maturazione del frutto di Avocado facilita l’ estrazione dell’ olio, in quanto rilascia olio dalle cellule parenchimatiche, che immagazzinano l’ olio sottoforma di goccioline presenti  nella polpa del frutto. Per facilitare la maturazione, gli avocadi possono essere conservati in locali a temperatura controllata e trattati con un ormone vegetale denominato etilene, che contribuisce ad accelerare il processo di maturazione.

Per garantire la qualità ottimale dell’ olio di avocado, il frutto non deve essere troppo maturo. Eventuali imperfezioni della polpa, come il marciume o l’ ingrigimento dovuto alla conservazione prolungata, devono essere minime. I frutti inadeguati che presentano questo tipo di problemi post-raccolta non vengono utilizzati per produrre olio. Gli avocadi maturi raccolti prima della stagione producono circa il 75% dell’ olio disponibile nella polpa del frutto. Quelli raccolti più tardi nel corso della stagione possono forse produrre oltre il 90% dell’ olio disponibile. Il seme e la buccia forniscono una quantità minima di olio con una quantità massima approssimativa del 7%.

Gli avocadi vengono raccolti mediante l’ utilizzo di scale idrauliche o con pali di raccolta che facilitano il raggiungimento dei frutti senza farli cadere. I frutti sono raccolti con cura per garantire che non vengano strappati o lasciati cadere, per evitare ammaccature e  punture.

I frutti sono raccolti all’ interno di sacchi che vengono svuotati in grandi contenitori, generalmente montati su rimorchi per un facile trasporto fino allo stabilimento di produzione. Sono tenuti al riparo dalla luce diretta del sole e collocati all’ ombra per evitare che si riscaldino. Sono trattati con fungicidi  e anticrittogamici per prevenire eventuali attacchi di parassiti.

Una volta arrivati allo stabilimento di produzione, gli Avocadi  vengono posti in appositi contenitori e  raffreddati in un refrigeratore idroelettrico, attraverso un processo in cui l’ acqua raffredda i frutti per eliminare tutto il calore che potrebbero aver trattenuto dal loro tempo nei campi. Le spazzole rotanti puliscono i frutti, che vengono poi ispezionati manualmente o meccanicamente per assicurarsi che siano idonei dal punto di vista  igienico-sanitario e privi di macchie causate da insetti, vento, grandine, roditori, ammaccature accidentali causate da processi meccanici e virus, batteri o funghi.

  

 

COME VIENE ESTRATTO L’ OLIO DI AVOCADO?

 

L’ olio di avocado è più comunemente estratto dalla polpa. Dopo che i frutti sono stati puliti con acqua per eliminare eventuali impurità residue, vengono centrifugati per rimuovere i semi e il 90% della buccia. Segue la fase di essiccazione della polpa per ridurre il più possibile il contenuto d’ acqua, quindi la polpa viene polverizzata fino a ottenere una pasta. Il passo successivo è la macerazione, in cui la pasta viene mescolata lentamente per 60 minuti all’ interno di una vasca riscaldata ad una temperatura compresa tra 45 e 50°C. Questa fase cruciale permette alle goccioline d’ olio di combinarsi in gocce più grandi.   Questo metodo che prevede temperature piuttosto basse,  può tranquillamente includere questo olio nella categoria di estrazione con  spremitura a freddo e non influisce negativamente sulla qualità dell’ olio stesso. Dopo la macerazione, una centrifuga ad alta velocità separa l’ olio e dall’ acqua. La polpa, la buccia e i semi che rimangono nella centrifuga vengono utilizzati come mangime per animali o come residui da pacciamatura per i frutteti in cui sono raccolti gli avocadi.

Per uso cosmetico, l’ Olio di Avocado grezzo subisce inoltre un processo di raffinazione che comprende lo sbiancamento e la deodorizzazione per produrre un olio quasi inodore di colore giallo. L’ Olio Extravergine di Avocado spremuto a freddo non è raffinato; mantiene quindi un aroma da medio a ricco e, simile al colore della polpa del frutto, è tipicamente giallastro, verdastro o brunastro per via della clorofilla che si trova nella buccia e negli strati verdi della polpa adiacenti alla buccia. Se la buccia di Avocado è inclusa nella fase di macerazione, vi è una maggiore probabilità che l’ olio abbia una colorazione verde più intensa. Il contenuto di clorofilla è ciò che può causare fotossidazione dell’ Olio di Avocado, ed è per questo che è importante conservare l’ olio lontano dalla luce diretta.

Nel metodo di estrazione con solvente, la polpa di avocado viene prima essiccata all’ aria, poi pressata, quindi vengono applicati solventi organici come l’ esano per estrarre l’ olio. Ne risulta un olio di colore marrone. Questo viene sottoposto ad un processo di raffinamento che comporta la deacidificazione per rimuovere gli acidi grassi liberi, quindi segue lo sbiancamento, che rimuove clorofilla e carotenoidi; e la deodorizzazione, che rimuove l’ aroma.

  

IMPIEGHI DELL’ OLIO DI AVOCADO

 

Gli usi dell’ Olio Avocado sono molteplici, spaziando dall’ impiego come medicinale a quello nella cosmesi. LO possiamo trovare contenuto in oli per massaggi, oli da bagno, gel, lozioni, creme, saponi, shampoo, balsami, sieri e detergenti.

Utilizzato topicamente, l’ Olio di Avocado è un efficace idratante per la pelle secca e screpolata, specialmente quella di talloni e cuticole. Applicando alcune gocce d’ olio su queste zone, sono subito visibili ottimi risultati poichè la pelle trattata risulterà  morbida e liscia. Come struccante e  idratante, una piccola quantità di Olio di Avocado può essere versata  su un batuffolo di cotone e massaggiata delicatamente sulle palpebre per rimuovere eyeliner, mascara e ombretto. Il residuo dell’ olio contribuirà anche a ridurre le rughe intorno agli occhi. L’ Olio di Avocado contribuisce a lenire arrossamenti, secchezza, ruvidezza e squamosità della pelle. Favorisce la rigenerazione cellulare e migliora la produzione di collagene, riducendo così la comparsa delle rughe e di altri segni di invecchiamento. Per lenire, nutrire e riparare la pelle affetta da disturbi come eczemi, psoriasi o danni provocati dal sole, 20 ml di Olio di Avocado possono essere miscelati con 4 gocce di Olio Essenziale di Incenso, 2 gocce di Olio di Rosa e 2 gocce di Olio essenziale di neroli prima di essere applicati sulle zone colpite. Per creare una maschera per il viso, schiacciare 1 Avocado maturo e mescolare bene con 1 cucchiaino di Olio di Avocado. Applicare uno spesso strato di questa miscela su viso e collo e lasciare in posa per 10 minuti. Per rimuovere la maschera, immergere un asciugamano in acqua calda, posizionarlo sul viso e strofinare delicatamente. Per rimuovere eventuali residui della maschera facciale, spruzzare sul viso un tonico naturale miscelato con 1 goccia di Olio di Avocado.

Utilizzato sui capelli, l’ Olio di Avocado può favorirne la crescita e lenire il prurito eliminando la forfora e la secchezza. Per stimolare la circolazione del cuoio capelluto, per liberare i follicoli piliferi e ridurre la caduta dei capelli, è possibile massaggiare poche gocce di olio di avocado direttamente sul cuoio capelluto. Per  fare una maschera come trattamento ristrutturante per i capelli, che può essere lavata con uno shampoo naturale, sminuzzare nel frullatore  1 Avocado e 1 banana fino a quando non rimangono più residui di frutta. Aggiungere 1 cucchiaio di Olio di avocado, 1 cucchiaio diOlio di cocco, e 1 cucchiaino di Miele, quindi applicare il composto  sui capelli e sul cuoio capelluto e lasciar in posa per 20 minuti prima di sciacquarlo con acqua tiepida.

Utilizzato in un massaggio, l’ Olio di Avocado può contrastare i fastidi muscolari e migliorare la circolazione. Per ridurre il dolore o la rigidità nei muscoli e nelle articolazioni, oltre a lenire l’ infiammazione e aumentare il flusso sanguigno, 60 ml di Olio di Avocado possono essere miscelati con 30 ml di Olio di soia prima di essere massaggiati sulle zone interessate. Per un massaggio caldo,rilassante, rigenerante e defatigante 120 ml di Olio di Avocado possono essere miscelati con 5 gocce di Olio Essenziale allo Zenzero e 5 gocce di Olio Essenziale alla menta prima di essere massaggiati sulla zona desiderata.

 

Usato come rimedio medicinale, alcune gocce di olio di Avocado possono essere applicate direttamente sulla pelle per lenire il fastidio delle vesciche, eruzioni cutanee, punture di insetti e ferite in genere. Massaggiato sulla pelle prima di coricarsi, si ritiene che l’ Olio di Avocado stimoli la libido e riduca i problemi d’ insonnia. Per un massaggio stimolante per i sensi e per la pelle applicare per due volte alla settimana una ricca miscela composta da 60 ml di Olio di Avocado,10 gocce di Olio di Primula e 10 gocce di Olio  di Jojoba. Coloro che soffrono di infiammazione e gonfiore causati dall’ artrite troveranno conforto anche nella capacità dell’ Olio di Avocado di rafforzare e stimolare non solo i muscoli, ma anche il sistema immunitario.

  

VARIETÀ DI OLIO DI AVOCADO E  LORO BENEFICI

OLIO DI AVOCADO – COSMETICO – RAFFINATO

 

Nome botanico: Persea gratissima

Origine: Messico

Proprietà:

Contiene vitamine A, B1, B2, D, E e beta-Carotene

   È un olio monoinsaturo che si adatta meglio alle condizioni della pelle secca nelle applicazioni topiche

   Di colore giallo pallido o giallo dorato

  Ha pochissimo profumo caratteristica della maggior parte degli olii vettore

 Aggiunto a un altro olio vettore può aumentare il suo contenuto di proteine e vitamine

   Usato principalmente per la produzione di saponi, lozioni e creme e  da massaggiatori e terapisti

   Lascia una sensazione collosa e cerosa se applicato topicamente su ampie zone della pelle.

 

OLIO DI AVOCADO – EXTRA VERGINE

 

Nome botanico: Persea gratissima

Origine: Messico

Proprietà:

 

   Contiene vitamine A, B1, B2, D, E e betacarotene

   Classificato come olio monoinsaturo è utilizzato per l’ applicazione cutanea

   Ha un colore che va dal verde al marrone

   Il suo profumo può essere da medio a pesante

Si assorbe lentamente e  dona lucentezza alla pelle

Aggiunto a un altro olio vettore può aumentare il suo contenuto di proteine e vitamine

Usato principalmente per la produzione di saponi, lozioni e creme

   Olio di Avocado: proprietà, a cosa serve, come si usa, dove comprarlo

DOVE COMPRARE L’OLIO DI AVOCADO

 

 

 

CONTROINDICAZIONI PER L’ OLIO DI AVOCADO

 

L’ Olio Avocado non deve essere ingerito e deve essere tenuto lontano dalla portata dei bambini. Come per tutti gli altri oli, prima dell’applicazione sulla cute dovrebbe essere effettuato un test di prova  sulla parte interna del braccio per verificare la sensibilità. L’ assenza di una risposta allergica entro 48 ore indica che l’ olio è sicuro da usare. Gli individui con allergie agli avocadi e al lattice sono a più alto rischio di sviluppare un’ allergia all’ olio di Avocado e dovrebbero evitare il suo uso.

Gli effetti collaterali potenzialmente gravi dell’ uso di olio di Avocado possono includere orticaria, dolore addominale e vomito. In caso di reazione allergica, interrompere l’ uso del prodotto e consultare immediatamente un medico, un farmacista o un allergologo.

You might also like

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi