Proprietà Terapeutiche dell’olio di Primula

olio essenziale primula

La pianta di primula o enotera è originaria sia dell’ Europa che del Nord America.
Non solo i nativi americani si cibavano di semi, foglie e radici di questo fiore selvatico, ma lo applicavano anche topicamente per guarire contusioni, emorroidi, piccole ferite e mal di gola. I semi del fiore venivano pressati a freddo per estrarre un olio molto efficace per il trattamento dei disturbi gastrointestinali. E’ proprio questo stesso olio che utilizziamo ancora oggi per trattare diversi problemi di salute.

Equilibrio Ormonale

Da centinaia di anni le donne di tutto il mondo utilizzano l’ olio di primula come rimedio naturale, sicuro ed efficace per combattere i disturbi relativi al ciclo mestruale e alla menopausa, grazie alla sua capacità di regolare l’ equilibrio ormonale.
Essendo una fonte estremamente ricca di acido grasso omega 6 chiamato Acido Gamma Linolenico (GLA), contribuisce a regolare il sistema ormonale generale. Infatti, molte donne con sindrome premestruale hanno bisogno di convertire i grassi che assumono con la dieta in GLA. Ecco perchè i sintomi della sindrome premestruale come la tensione del seno, il gonfiore, la ritenzione idrica, l’ acne, la depressione e l’ irritabilità spesso regrediscono dopo l’ assunzione di acido gamma linolenico.
L’assunzione di olio di primula può contribuire ad alleviare alcuni sintomi della menopausa. In uno studio del 2013 circa 56 donne in menopausa che hanno assunto l’olio di primula per sei settimane hanno riportato una riduzione delle vampate di calore rispetto al gruppo di donne che aveva assunto un placebo.

2. Migliora la fertilità

L’ olio di primula può migliorare le capacità riproduttive sia maschili che femminili.
Questo olio è un rimedio naturale per le donne che consente di aumentare le loro possibilità di concepimento, dal momento che l’acido gamma linolenico favorisce l’ aumento di produzione del muco cervicale, indispensabile affinchè la riproduzione avvenga con successo. Gli alti livelli di acidi grassi essenziali presenti nell’ olio possono favorire la fertilità anche causando la contrazione e il rilassamento del tessuto muscolare nella parete uterina, contribuendo alla preparazione della gravidanza. Tuttavia, coloro che sono già in gravidanza dovrebbero parlare con il loro medico prima di fare un trattamento con olio di primula, in quanto le contrazioni uterine possono creare problemi.

3. Trattare Acne

L’ acne è spesso il risultato di uno squilibrio ormonale sia negli adolescenti che negli adulti. Naturalmente, questa condizione si verifica maggiormente nelle donne a causa dei loro squilibri ormonali, in particolare legati al ciclo mestruale e alla menopausa.
I grassi omega 6 presenti nell’ olio di primula possono aiutare a bilanciare gli ormoni, quindi curare, o almeno ridurre, brufoli e acne. Questi acidi grassi aiutano anche a stimolare la rigenerazione del tessuto epiteliale, favorendo la guarigione e la cicatrizzazione. Contribuiscono inoltre a rafforzare la barriera cutanea, ridurre la secchezza, e hanno un effetto antinfiammatorio sul gonfiore e arrossamenti associati all’ acne.
Essendo untuoso una volta applicato, è meglio utilizzare l’ olio solo di notte e due o tre volte a settimana.
In alternativa, preparare una maschera per il viso curativa utilizzando una mezza banana, un cucchiaio di miele biologico, un cucchiaino di olio di primula. Lasciare sulla pelle per 30 minuti. Ripetere questo trattamento una volta alla settimana.

4. Migliora altre problematiche della pelle

Oltre che per l’acne, l’ olio di primula può offrire un sollievo fantastico per le persone che soffrono di altre malattie della pelle come eczema, psoriasi e dermatite atopica.
Le persone con eczema non hanno la normale capacità di assorbire gli acidi grassi, il che può portare ad avere bassi livelli di acido gamma linolenico. Poiché l’ olio di primula ne è così ricco, può essere un ottimo modo per aumentare i livelli di questo grasso omega 6 nel corpo. Ci sono più di 30 studi che dimostrano che l’ olio di primula può ridurre molti dei sintomi dell’ eczema tra cui prurito, croste, edema e rossore.
La psoriasi è una condizione cronica comune, caratterizzata da macchie gonfie sulla pelle ricoperte di scaglie biancastre. Assumere acidi grassi supplementari omega 3 insieme all’ olio di primula ogni giorno per trattare questi sintomi, contribuisce a equilibrare il livello degli ormoni riducendo l’ infiammazione. La dermatite atopica è un’ altra patologia cronica e che determina un fastidioso prurito della pelle. Comincia comunemente nell’ infanzia a causa di uno squilibrio metabolico degli acidi grassi essenziali. Uno studio del 2008 ha rilevato che l’ assunzione di 500 mg di olio di primula da parte di pazienti affetti da dermatite atopica, ha dato segni di miglioramento nel 96% delle persone sottoposte al trattamento dopo cinque mesi. L’olio di primula può migliorare i cambiamenti cutanei legati all’ età come arrossamenti, perdita di tonicità e rugosità .

5. Previene la perdita dei capelli

Gli ormoni svolgono un ruolo significativo nella perdita e nel diradamento dei capelli, motivo per cui l’ olio di primula può essere un efficace trattamento preventivo.
La perdita di capelli negli uomini può essere causata da un ormone chiamato DHT che può portare i follicoli piliferi ad atrofizzarsi e quindi ad avere una durata di vita più breve. Livelli elevati di DHT possono quindi causare una diminuzione della ricrescita dei capelli.
Nelle donne, la perdita di capelli è spesso dovuta a problemi legati agli ormoni tiroidei o ad alti livelli di ormoni dello stress. Un trattamento a base di circa 500 milligrammi di olio di primula può contribuire al bilanciamento degli ormoni e i risultati dovrebbero essere già visibili entro 6 o 8 settimane. E’ possibile raddoppiare le possibilità di ricrescita massaggiando il cuoio capelluto con una miscela di oli di primula, rosmarino, timo, lavanda e legno di cedro, usare come vettore un cucchiaio di olio di jojoba o mandorla dolce.

 

6. Artrite Reumatoide

L’ artrite reumatoide è una condizione infiammatoria, autoimmune che colpisce le piccole articolazioni delle mani e dei piedi. E’ causata da una combinazione di fattori genetici, ambientali e ormonali. Alcune ricerche dimostrano che l’ olio di primula, se somministrato insieme alla terapia convenzionale per l’ artrite reumatoide, può migliorare alcuni sintomi della condizione.

 

7. Osteoporosi

L’ osteoporosi è una malattia delle ossa, la sua causa principale è il basso livello di ormoni sessuali, vale a dire l’ estrogeno nelle donne e il testosterone negli uomini. Anche l’ ormone paratiroideo e l’ ormone della crescita giocano un ruolo importante in quanto regolano l’assorbimento di calcio da parte delle ossa. La ricerca dimostra che l’ olio di primula, se assunto con olio di pesce, può migliorare l’ assorbimento del calcio e favorire la formazione ossea.

 

Precauzioni

L’ olio di primula è generalmente sicuro se usato nei dosaggi raccomandati; ci sono alcuni effetti collaterali riportati come nausea, dolori allo stomaco e mal di testa, anche se questi sono rari. Se si soffre di dolore allo stomaco e feci sciolte, ciò può indicare che la dose è troppo alta.

 

 

dove comprare olio di primula
dove comprare olio di primula

DOVE COMPRARE L’OLIO DI PRIMULA

You might also like

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi